Sapevi che sei come un termosifone?

February 26, 2018

 

"Si può superare il dolore dell'anima
attraverso la risata?"


Qualche giorno fa ho ricevuto una richiesta di aiuto, da parte di una persona che mi chiedeva come fosse possibile superare il dolore attraverso la risata. Parlava di dolore dell'anima

E' un argomento che tratto diffusamente nei miei seminari sulla Risata Terapeutica, che si basano sull'opera della meravigliosa Annette Goodheart, la psicoterapeuta americana che per prima ha delineato la cornice teorica della risata come strumento di rilascio delle emozioni, anche quelle dolorose.

 

"Tutte le emozioni hanno bisogno
di essere rilasciate."


Eh sì, perché le emozioni hanno tutte bisogno di essere rilasciate, persino quelle che noi definiamo positive. 
 

Sarà capitato anche a voi di scoppiare in lacrime dalla gioia o ridere in una situazione di forte stress. Solitamente ci accade di ridere quando proviamo sentimenti di felicità e piangere quando stiamo male. Ma può accadere anche il contrario.
E questo avviene più spesso di quanto si creda, avverrebbe più spesso di quanto non ci concediamo di fare, perché il pianto -proprio come la risata- spaventa. Noi e gli altri.

"Non dobbiamo avere paura
di piangere, e di ridere."


Pianto e risata sono strumenti che tutti abbiamo a disposizione per raggiungere la catarsi, per liberarci di una emozione tanto grande che tutta quanta, il corpo non riesce a contenerla.

E allora dobbiamo buttarla fuori. Se non lo facciamo, rischiamo di esplodere. O di implodere, come è successo al termosifone di casa mia, quando gli hanno sparato dentro il liquido per lavare via le incrostazioni accumulate in anni di scarsa manutenzione. 

"Siamo come termosifoni."

Siamo come termosifoni, abbiamo bisogno di manutenzione, di eliminare tutte quelle cose che ci rimangono attaccate nei tubi dell'anima e di cui tendiamo ad occuparci perché non si vedono. 

Possiamo farlo in molti modi, ridere è uno di questi. Ma siamo così abituati ad associare la risata al divertimento che quando soffriamo l'ultima cosa che ci viene in mente è quella di ridere.

"Provare per credere"

 

Se solo provaste, capireste quanto bene possa fare una profonda, prolungata, poderosa risata, probabilmente non smettereste più.  

Il 10 e 11 marzo a Roma e il 24 e 25 marzo a Milano libererò un seminario di Risata Terapeutica e Gibberish (altro strumento straordinario di rilascio emozionale).

Fatevi un giro sulla pagina del programma.
E se vi vien male solo all'idea, fatevi una risata. Ma che sia profonda, prolungata e poderosa!



Elisa De Meo
Risabilitatrice® e Orientatrice di Sguardi
elisademeoposta@gmmail.com
www.elisademeo.com