7 buoni motivi per scegliere la risata.

June 14, 2017

 

Sembra una domanda ovvia ma leggendo capirete perché la risposta non è così scontata:
perché dovrei scegliere la risata simulata volontaria quando esiste quella autentica spontanea?

Partiamo dall'assunto che la risata spontanea è qualcosa di meraviglioso. Se avessimo la possibilità di ridere spontaneamente con la dovuta frequenza e avessimo la capacità di farlo anche in condizioni che di "risogeno" non hanno nulla, non avremmo bisogno della risata simulata e potremmo tutti andare a coccolare panda in Cina (mestiere che ho scoperto di recente e che ormai si posiziona in cima alla classifica delle mie preferenze).

 

Sebastien Gendry -ideatore del metodo Laughter Wellness e fondatore della Laughter Online University- descrive magnificamente come la risata simulata volontaria offra importanti vantaggi che la risata spontanea della vita quotidiana (non così quotidiana, a onor del vero) non garantisce e fornisce 7 buoni motivi per scegliere la prima, senza naturalmente rinunciare alla seconda.


1. La risata simulata volontaria è una valida alternativa.
Immagina di tagliare un limone a metà, e spremerlo in bocca. Fallo, cioè immagina di farlo. Come ti senti? Quanto più vividamente immagini questa esperienza, tanto più forte sarà la tua reazione fisica. La tua mente sa che non hai davvero ingerito limone, ma il tuo corpo no. È lo stesso fenomeno che si verifica quando si simuli la risata. La tua mente conoscerà sempre la differenza tra la risata simulata e quella genuina, ma il tuo corpo no, perché il corpo non pensa: può solo sentire.
2. La risata simulata volontaria ti dà più benefici per la salute, perché puoi "scegliere" di ridere per lunghi periodi di tempo.
Quanto più si ride, tanto maggiori saranno i benefici a livello fisiologici. La risata spontanea che naturalmente si verifica nella vita quotidiana, in confronto, si produce solo di quando in quando, dura appena pochi secondi e non produce lo stesso livello di benefici.
3. La risata simulata volontaria ti dà più benefici per la salute, perché puoi scegliere di ridere profondamente, di pancia.
Questo elemento riveste una notevole importanza a livello di salute perché la risata funge da pompa e più profonda è, maggiore è il suo impatto. La respirazione diaframmatica profonda stimola la pulizia del sistema linfatico (il motore del sistema immunitario) creando un vuoto che richiama la linfa e la dirotta nel flusso sanguigno. Ciò aumenta il tasso di eliminazione delle tossine di 15 volte rispetto al tasso normale.
Aumento del flusso linfatico = più linfociti, anticorpi, ecc. = Un sistema immunitario più efficiente.
4. La risata simulata volontaria permette alle persone di vocalizzare piuttosto che verbalizzare la tensione e rilasciarla in modo sicuro.
Gli esseri umani sono macchine da sentimento e il flusso di emozioni non è sempre facile da controllare. Nella vita quotidiana, le persone resistono allo stimolo di ridere, piangere, urlare o esprimere in altro modo i propri stati emotivi, ma le emozioni sono illogiche, irrazionali e irragionevoli. Quando ne accumuli troppe, esse tracimano. Immagina una pentola a pressione. Le emozioni funzionano allo stesso modo. A un certo punto, la pentola esplode se la pressione all'interno continua a salire. Imparare a liberare le tensioni interne senza raccontarle, ma solo attraverso l'uso di suoni aiuta le persone a vedere la realtà in modo più chiaro, senza distorsioni personali.
5. La risata simulata volontaria è sostenibile.
E' sempre nuova, fresca e diversa. È la forma più pura di risata perché non chiama in causa la ragione. E' indipendente dalle condizioni, va oltre la cultura e il tempo, e non richiede particolari requisiti o attrezzature.
6. La risata simulata volontaria è affidabile.
Non c'è niente che possa impedirti di ridere quando vuoi. In confronto, la risata spontanea della vita quotidiana non è affidabile perché dipende da troppi fattori che sono al di fuori del tuo controllo.
7. La risata simulata volontaria ti colloca nel presente.
 
Se praticata regolarmente, essa modifica la credenza limitante che non si possa ridere perché non c'è nulla da ridere, e permette con un minimo sforzo di farlo qui e ora, senza se e senza ma.
Oltre a promuovere il benessere, è un modo per cambiare atteggiamenti e comportamenti disfunzionali in ​​funzionali e cioè positivi, con tutte le conseguenze che questo può avere sulla vita e sul lavoro delle persone.

 

Se vuoi approfondire il lavoro di Sebastien Gendry e il suo metodo Laughter Wellness, considera la possibilità di partecipare al training che terrà a Perugia dal 14 al 17 luglio 2017.
Info e programma: www.risataliberatutti.it/laughterwellnesstraining 

 

Elisa De Meo
Risabilitatrice® e Orientatrice di Sguardi

risataliberatutti@gmail.com
www.risataliberatutti.it