I Sassi della Felicità

FelicitAzioni

Nuovo Corriere Nazionale del 19.06.2016

Non ci è permesso scegliere la cornice del nostro destino. Ma ciò che vi mettiamo dentro è nostro.

Dag Hammarskjöld

Lo diceva una pubblicità, lo ribadisce una storia di ispirazione gurdjieffiana: la vita è fatta di priorità. E così è la felicità: trovate il modo, il tempo e il coraggio di fare le cose che ritenete importanti per voi, qualunque esse siano, e avrete trovato la chiave per una vita felice.

La storia racconta di un anziano professore che, di fronte alla sua classe di allievi, tirò fuori un grande recipiente di vetro, lo posò davanti a sé, prese una dozzina di ciottoli grandi all’incirca come palle da tennis e uno ad uno li mise delicatamente dentro al vaso. Quando questo fu riempito fino al bordo e fu impossibile aggiungere anche un solo sasso, domandò: “Questo vaso è pieno?” E tutti risposero: “Sì”.

Così il professore tirò fuori un secondo contenitore pieno di ghiaia e la versò sui grossi sassi, scosse leggermente il vaso e i pezzettini di ghiaia si infilarono tra i sassi fino al fondo del recipiente. Di nuovo chiese: “Questo vaso è pieno?” E qualcuno rispose: “Probabilmente no.”

Al che prese un sacchetto di sabbia che finì per colmare gli spazi tra i grossi ciottoli e la ghiaia. Ancora una volta interrogò l'uditorio: “Questo vaso è pieno?” Questa volta, senza esitare tutti i suoi allievi risposero: “No!”

Il vecchio professore prese la brocca dell’acqua che stava sul tavolo e riempì il vaso fino al bordo.

Fine della storia.

Prima di procedere nella lettura, prendetevi un po' di tempo per indagare il significato di questa storia. E rispondete alle seguenti domande: quali sono i sassi più grossi nella vostra vita? La vostra salute? La vostra famiglia? I vostri amici? Realizzare i vostri sogni? Fare ciò che vi piace? Imparare? Difendere una causa? Essere rilassati? Prendervi del tempo libero? Altro?

Quando avrete le risposte considerate che il vaso rappresenta la vostra vita e i sassi grosssi le cose che contano davvero per voi. E' essenziale mettere per primi nella propria vita i sassi più grossi, altrimenti non ci sarà spazio per tutto e si vivrà una vita incompleta. E bisogna avere cura di sceglierli bene questi sassi, sincerarsi che siano i nostri, che siano proprio quelli o si rischierà di non riuscire a vivere la propria di vita. Le minuzie (la ghiaia, la sabbia) e i sassi altrui (ciottoli che crediamo abbiano valore per noi ma in effetti ne hanno per altri) prendono posto e sottraggono tempo prezioso da consacrare alle cose importanti.

Date la precedenza ai sassi più grandi, farete di voi delle persone felici.

Elisa De Meo Teacher di Yoga della Risata e Coach di Gibberish elisademeo@gmail.com | elisademeo.com

Post in evidenza
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now